Pancia gonfia e alimentazione

La pancia gonfia, o meteorismo, è un disturbo che può manifestarsi in modo occasionale accompagnato da distensione addominale e senso di pienezza. Fattori psicologici come ad esempio, stress, ansia, depressione e insonnia possono influire sul gonfiore addominale, in alcuni casi però la pancia gonfia può rappresentare il sintomo di intolleranze alimentari, dispepsia o stipsi e talvolta anche di patologie che necessitano maggiori approfondimenti diagnostici.
Ma cosa intendiamo per meteorismo e quali accorgimenti alimentari possono essere utili?

ll meteorismo deriva dalla produzione di gas (idrogeno, anidride carbonica, e metano) da parte della flora batterica nell’intestino a seguito dei processi digestivi, ne consegue che le scelte alimentari possano incidere direttamente. In particolare, i cibi che aumentano la sensazione di pancia gonfia, sono quelli che contengono carboidrati. Può quindi risultare utile ridurre l’assunzione di zuccheri quali lattosio, fruttosio, sorbitolo e raffinosio contenuti in alcuni alimenti.

Cibi da assumere con moderazione in caso di pancia gonfia:

  • legumi,
  • latte,
  • frutta,
  • cavoli, cavoli di Bruxelles, broccoli, asparagi,
  • cereali integrali.

Ci sono inoltre alcuni accorgimenti che possono essere adottati per favorire i processi digestivi ed evitare la pancia gonfia:

  • Non associare tipi diversi di proteine (latte e carne, uova e formaggio, pesce e legumi).
  • Non abbinare i carboidrati con la carne.
  • Non abbinare diversi tipi di carboidrati nello stesso pasto (come pasta e pane).

Attenzione però a non escludere dalla vostra dieta degli alimenti salutari solo a causa del loro potere meteorizzante, valutate piuttosto di rivolgervi ad un professionista per formulare uno schema nutrizionale personalizzato ed idoneo alle vostre esigenze.

Dr.ssa Vanessa V. Lomazzi

Dr.ssa Vanessa V. Lomazzi

Biologa Nutrizionista e Docente Universitaria

Laureata in Biologia Sanitaria e in Biologia Applicata alla Ricerca Biomedica con lode accademica, si specializza con un master universitario in Nutrizione Clinica e Preventiva. Acquisisce l’abilitazione professionale con l’Esame di Stato e l’iscrizione all’Ordine Nazionale dei Biologi. Lavora come biologa nutrizionista, docente universitaria e supervisore di ricerca. Riceve a TRADATE (VA) e LEGNANO (MI), per appuntamenti info@nutrizionistasalute.it